Export arance, M5S: "Canale con la Cina è fondamentale"

Durante un vertice, nel quale ha preso parte una folta delegazione del comparto agrumicolo siciliano, sono state illustrate le linee guida del progetto che ha lo scopo di fare dell'arancia rossa di Sicilia un vero e proprio ambasciatore della sicilianità

“Il canale commerciale con la Cina che ha come protagonista la Sicilia e le sue arance rosse appare sempre più concreto”, lo hanno affermato i parlamentari nazionali e regionali Simona Suriano, Jose Marano, Angela Foti, Eugenio Saitta, Cristiano Anastasi e Fabrizio Trentacoste a margine dell'incontro organizzato ieri a Roma dal ministero degli Esteri - con la partecipazione dal ministero per l'Agricoltura, del ministero dello Sviluppo economico e dell'Istituto per il Commercio con l'Estero ICE - per presentare un progetto promozionale per l'arancia rossa di Sicilia, da realizzare in concomitanza con il periodo del capodanno cinese.

“Il ministro degli Esteri Di Maio ha molto a cuore l'agricoltura siciliana e già da titolare del dicastero dello Sviluppo economico si è adoperato per aprire nuovi canali di esportazioni, sia per le arance rosse sia per altri nostri prodotti agricoli”, ha dichiarato Suriano, componente della commissione Esteri della Camera.

“Le nostre arance rosse ed in nostri prodotti agricoli possono trovare ottime partnership sui mercati cinesi e siamo liete che da parte del governo nazionale, dell’ICE  ci sia questo grande interesse a promuovere l'export siciliano su mercati così vasti e promettenti”, hanno aggiunto le deputate regionali Marano e Foti.

Durante l'incontro, al quale ha preso parte una folta delegazione del comparto agrumicolo siciliano, sono state illustrate le linee guida del progetto che ha lo scopo di fare dell'arancia rossa di Sicilia un vero e proprio ambasciatore in Cina della sicilianità.

In particolare, il piano di comunicazione prevede l'arrivo in Sicilia di delegazioni di buyers cinesi che visiteranno le aziende agricole aziende agricole fin dai primi di febbraio e una campagna pubblicitaria mirata per i consumatori cinesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Alla Farnesina – ha aggiunto Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia – abbiamo assistito a un ottimo lavoro da parte delle istituzioni, che hanno dimostrato capacità di fare sistema. Con l’aiuto dell’Ufficio ICE di Pechino è stata messa a punto una puntuale strategia di comunicazione con proposte precise e articolate, grazie all’importante e qualificata presenza delle imprese che hanno dato indicazioni operative fondamentali. Siamo soddisfatti anche se consapevoli che il lavoro da svolgere da ora e nei prossimi mesi sarà determinante per dare corso a quanto pianificato. Il Distretto Agrumi di Sicilia, indicato ieri insieme all’Ufficio Brand della Regione quale coordinamento sul territorio, si impegnerà a fondo affinché quanto pianificato venga realizzato nei tempi previsti. L’obiettivo strategico di fondo – conclude Argentati - è riuscire a portare in Cina non solo l’arancia rossa di Sicilia, ma anche promuovere il territorio siciliano e ampliare la gamma di prodotti agrumicoli esportabili in Cina, oltre a definire un modello di export da utilizzare anche in altre filiere produttive".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento