Cronaca

Fa la vedetta nonostante i domiciliari: arresto nella “Fossa dei Leoni”

I carabinieri della “Squadra Lupi” del nucleo investigativo del comando provinciale hanno arrestato il 23enne catanese Alessandro Rossello, ritenuto responsabile di evasione

I carabinieri della “Squadra Lupi” del nucleo investigativo del comando provinciale hanno arrestato il 23enne catanese Alessandro Rossello, ritenuto responsabile di evasione. Nel particolare contesto operativo i militari costantemente monitorano la cosiddetta “fossa dei leoni”, ossia uno spiazzo nel quartiere di Librino antistante i palazzi del viale Grimaldi 10 che, per la sua conformazione e per la copertura offerta dalle numerose vedette che dai balconi osservano l’intera zona, si presta efficacemente allo spaccio di droga. E’ in questo contesto che i “Lupi” nel tardo pomeriggio di ieri, pur ostacolati da tali difficoltà, avevano notato gli spacciatori impegnati nella vendita ai clienti ma, al loro tentativo d’intervento, Rossello si è accorto della loro presenza dando immediatamente l’allarme consentendo loro la fuga, scappando egli stesso per le scale ma venendo bloccato dai militari. Rossello, immediatamente riconosciuto dai militari che già lo avevano arrestato il 13 giugno del 2019 proprio mentre in quella piazza di spaccio smerciava marijuana e coca, ha loro dichiarato di essere “ristretto” ai domiciliari motivo per il quale, in ottemperanza a quanto poi disposto dall’Autorità Giudiziaria, lo hanno ricondotto presso la propria abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa la vedetta nonostante i domiciliari: arresto nella “Fossa dei Leoni”

CataniaToday è in caricamento