Scoperto il "tesoretto" di Fabrizio Corona: 843mila euro in Austria

I reati ipotizzati, in questo caso, sono appropriazione indebita e trasferimento fraudolento di valori

Alla fine, le ipotesi fatte dai magistrati sui soldi nascosti all'estero da Fabrizio Corona sono state confermate dai fatti. La guardia di finanza ha sequestrato un vero e proprio tesoretto in contanti depositato in due cassette di sicurezza e in un conto corrente presso un istituto bancario di Innsbruck, in Austria.

Nel complesso l’ammontare della cifra sequestrata è di circa 843 mila euro. I reati ipotizzati, in questo caso, sono appropriazione indebita e trasferimento fraudolento di valori. I finanzieri sono intervenuti su delega della Direzione distrettuale antimafia di Milano che aveva avviato una rogatoria internazionale per chiederne il sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo alcune indiscrezioni riportate dalla stampa, i soldi sarebbero stati trasportati all’estero dalla collaboratrice storica di Corona, Francesca Persi, che si sarebbe recata a Innsbruck in tre diverse occasioni - il 3, il 10 e l'11 agosto scorsi - per depositare i guadagni "in nero" del fotografo. Sia Persi che Corona si trovano attualemente in stato di arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento