Faceva prostituire la nipote: tra i "clienti" anche impiegato comunale di Enna

E' una casalinga incensurata di 42 anni, originaria di Catania, ma residente a Enna, la donna finita in manette con l'accusa di avere fatto prostituire una ragazzina sin da quando aveva 15 anni

E' una casalinga incensurata di 42 anni, originaria di Catania, ma residente a Enna, la donna finita in manette con l'accusa di avere fatto prostituire una ragazzina sin da quando aveva 15 anni. I quattro i presunti "clienti" posti agli arresti domiciliari, sono un 69enne coltivatore diretto, che ha precedenti per sfruttamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina, un autotrasportatore di 58 anni, un 63enne allevatore, e un 49enne manovale con procedenti per stupefacenti.

La donna, malgrado incensurata era indicata come prostituta e non era sfuggita la circostanza che, dalla fine dell'anno scorso, spesso era in compagnia della ragazza. Impiegata al Comune di Enna con la misura di sostegno economico alle persone in stato di disagio economico, avrebbe comunque avuto un tenore di vita al di sopra delle sue possibilità.

Dalle indagini è emerso che anche un dipendente del Comune di Enna avrebbe avuto un rapporto sessuale con la ragazza, consumato nel suo ufficio. Per l'uomo è scattata la denuncia a piede libero perchè il rapporto è avvenuto dopo il compimento di 16 anni della ragazza. Come l'impiegato comunale sono state denunciate altre 3 persone.

Dalle intercettazioni è emerso un quadro squallido nel quale la quarantaduenne avrebbe proposto la ragazzina ai suoi stessi clienti e in alcune occasioni i rapporti sessuali si sarebbero consumati con la partecipazione della quindicenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento