Facoltà Giurisprudenza: studenti chiedono parcheggi per motorini

Il movimento Fronte Universitario chiede al Sindaco Stancanelli la creazione di stalli dedicati al parcheggio dei motorini nella zona antistante la Facoltà di Giurisprudenza data la recente decisione di chiudere al traffico via Crociferi

Il movimento Fronte Universitario scrive una lettera al Comune di Catania per chiedere la creazione di stalli dedicati al parcheggio dei motorini nella zona antistante la Facoltà di Giurisprudenza data la recente decisione del sindaco Raffaele Stancanelli di chiudere l'adiacente via Crociferi al traffico.

"Apprezziamo la decisione del sindaco Stancanelli di chiudere al traffico una delle vie storiche e tra le più belle della nostra città - commenta Giuseppe Amato, coordinatore del movimento - ma non vorremmo che questo possa essere causa in futuro per gli studenti universitari nel raggiungere Villa Cerami, storica sede della Facoltà di Giurisprudenza. A tal proposito chiediamo che vengano istituiti degli stalli per permettere agli studenti di posteggiare i propri scooter e motociclette in zona vicina la Facoltà per ridurre i probabili disagi al minimo. Il diritto allo studio va tutelato in tutte le sue forme e crediamo sia giusto favorire l'accesso a Villa Cerami per i numerosissimi ragazzi che si recano quotidianamente lì per usufruire delle aule studio o per seguire le lezioni.Confidiamo nel fatto che l'Amministrazione comunale sarà in grado di prendere un'efficace decisione nel giro di pochi giorni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Operazione antidroga a Picanello, 12 gli arrestati: tra gli spacciatori anche un minore

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento