Emergenza covid, falsificava buoni spesa: denunciata 43enne

I carabinieri di Mineo hanno denunciato una 43enne di Castel di Judica per truffa dopo una verifica su tutti i buoni spesa rilasciati dal comune

I carabinieri di Mineo hanno denunciato una 43enne di Castel di Judica per truffa, indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento. Le difficoltà economiche affrontate dalle famiglie, a seguito del lockdown imposto per il contrasto alla diffusione epidemica del Covid-19, sono state alleviate con il rilascio da parte degli appositi uffici comunali di buoni spesa per quelle più bisognose. I militari negli ultimi giorni del mese di maggio, però, hanno ricevuto le lamentele di alcuni esercenti che, al momento della riscossione degli stessi buoni ricevuti come corrispettivo della merce consegnata alla beneficiaria, hanno mestamente constatato la loro inesigibilità poiché risultati contraffatti al momento della verifica. I militari pertanto, espletata una verifica su tutti i buoni spesa rilasciati dal comune di Mineo, hanno così denunciato la donna la quale, come riscontrato, modificava ciclicamente una copia del documento apponendovi un numero progressivo e la data di rilascio, quindi, sottoscriveva il buono in presenza del negoziante percependone così il beneficio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento