"Falso a km 0", sequestrate 3200 paia di scarpe in un deposito cinese

L'indagine ha consentito di individuare, in via Cilea un deposito clandestino di merce contraffatta gestito da due cittadini cinesi, all’interno del quale sono state rinvenute oltre 3.200 paia di scarpe di note griffes, ancora imballate in oltre 250 contenitori di cartone recanti sugli stessi indicazioni in lingua cinese

Nell’ambito dell’operazione “Falso a km 0”, eseguita di recente nei pressi di Corso Sicilia dalla Guardia di Finanza di catania e conclusa con il sequestro di un laboratorio clandestino per la falsificazione di scarpe e capi di abbigliamento, sono state sviluppate le indagini per risalire la filiera del falso e scovare i canali di rifornimento dei venditori abusivi del capoluogo etneo. L'indagine ha consentito di individuare, in via Cilea  un deposito clandestino di merce contraffatta gestito da due cittadini cinesi, all’interno del quale sono state rinvenute oltre 3.200 paia di scarpe di note griffes, ancora imballate in oltre 250 contenitori di cartone recanti sugli stessi indicazioni in lingua cinese.

Il monitoraggio era in corso già da alcuni giorni: quando i militari hanno osservato la fine delle operazioni di trasferimento dei colli da un furgone in sosta al deposito, hanno fatto accesso nel locale sorprendendo i due responsabili intenti nella sistemazione delle calzature. Dal controllo analitico della merce, le scarpe recavano i noti marchi “Nike”, “Adidas” e “Hogan” ed erano del tutto simili, finanche nelle confezioni, a quelli originali e di buona fattura. La commercializzazione e la successiva vendita dei prodotti sequestrati, pronti per essere immessi sul mercato del falso catanese, avrebbe consentito ai responsabili di realizzare ricavi stimati per 160.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento