Nas, denunciato falso dentista ad Acireale: sigilli allo studio

Al momento del blitz nello studio, allestito nel centro storico di Acireale, la sala d'attesa era piena di pazienti che attendevano di essere visitati

Un giovane odontotecnico catanese aveva pensato bene di dedicarsi, oltre alla costruzione delle protesi, anche alla cura dei denti. I carabinieri, nel corso di servizi di controllo ad Acireale, hanno però notato un flusso ingiustificato di persone all’interno di quello che doveva costituire un normale laboratorio odontotecnico, che poi si è rivelato essere un vero e proprio studio dentistico dotato di apparecchiature costose e di nuova generazione.

GUARDA IL VIDEO

Al momento del blitz nello studio, allestito nel centro storico di Acireale, la sala d’attesa era piena di pazienti che attendevano di essere visitati. Il tutto senza la minima percezione di trovarsi al cospetto di un falso dentista e in un luogo che, pur avendone le sembianze, non era assolutamente uno studio odontoiatrico autorizzato.

La professione dell’odontoiatra è infatti esercitabile solo ed esclusivamente dai medici iscritti all’albo degli odontoiatri ed in possesso del relativo titolo di laurea. "I falsi dentisti - ammoniscono i carabinieri del nucleo anti sofisticazione -non provocano solo enormi danni alla salute dei cittadini, ma costano alle casse dello stato in termini di cure riparatrici e anche di evasione fiscale. L’esercizio abusivo non garantisce il rispetto delle necessarie regole d’igiene ed è potenziale fonte di malattie pericolose come l’epatite, tubercolosi, hiv, eccetera".

Nel falso studio dentistico sono stati posti i sigilli da parte dei carabinieri, che hanno sequestrato tutti i locali. Il falso medico è stato denunciato alla procura di Catania, che ha convalidato il sequestro del locale odontoiatrico, per il reato di “esercizio abusivo della professione di odontoiatra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento