Dalla provincia etnea arriva il social network per donne imprenditrici

E' stato realizzato interamente a Catania e coinvolge, finora, 221 donne imprenditrici di tutta Europa: è il social network "fe:male" usato dalle manager per sviluppare la propria idea di business

E’ stato realizzato interamente a Catania e coinvolge, finora, 221 donne imprenditrici di tutta Europa: è il social network “fe:male” usato dalle manager per sviluppare la propria idea di business, trovare contatti utili alla propria impresa, scambiarsi online pareri ed opinioni. Si tratta di un progetto europeo, nato nell’ambito del programma Lifelong Learning Programme, gestito da un consorzio di organizzazioni che provengono da Italia, Inghilterra, Olanda, Malta e Cipro. Per l’Italia, il partner è l’azienda catanese VITECO, che fa parte del gruppo JO: ai piedi dell’Etna, un team di informatici ed esperti in e-learning ha realizzato il sito web e costruito il social network.

L’obiettivo di fe:male è aiutare le donne a diventare imprenditrici di successo, aumentando la fiducia in se stesse e le proprie competenze sociali. E’ possibile scambiarsi informazioni, seguire corsi online, lasciarsi ispirare dalle esperienze di altre donne in Europa, seguire conferenze e partecipare ad eventi organizzati ad hoc. “E’ utile che le donne catanesi, siciliane ed italiane aprano i propri orizzonti - spiega il fondatore e CEO di JO Giuseppe Ursino - anche grazie ad internet, che permette di mettersi in contatto più facilmente con altre donne europee. Usando le nuove tecnologie, come l’e-learning, è possibile sviluppare le proprie idee di business e condividere idee ed opinioni anche da casa propria”.

Nella sezione “Connect in Europe” c’è il social network vero e proprio, ricco di post interessanti da condividere. Nella sezione “Mentoring Circles”, invece, ci sono esercizi interattivi da fare davanti al computer per imparare ad avere un approccio differente nella risoluzione dei problemi, abituarsi a lavorare per obiettivi, organizzare il proprio tempo di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento