Paternò: proprietario di un parcheggio auto spara al guardiano egiziano

I Carabinieri di Paternò hanno arrestato, T. S., 28enne incensurato, per tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco

I Carabinieri di Paternò hanno arrestato, T. S., 28enne incensurato, per tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco. L’uomo nella mattinata di ieri, mentre si trovava nel proprio autoparco di Contrada Tre Fontane ha avuto una discussione, per motivi legati al pagamento del compenso di tre mesi quale guardiano, con un 35enne egiziano. La diatriba, pero, è degenerata a tal punto che il 28enne prima ha malmenato con calci e pugni l’egiziano e, infine, in preda all’ira gli ha sparato con una pistola, colpendolo alla testa.

Il ferito è stato abbandonato a terra, davanti l'ingresso del pronto soccorso dell'ospedale "S.S. Salvatore" di Paternò. Successivamente, è stato trasportato al reparto rianimazione dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, dove è stato sottoposto a intervento chirurgico per la ferita di arma da fuoco latero cervicale sinistro. Ora, l'uomo egiziano versa in  prognosi riservata. L’autore del fatto è stato bloccato subito dopo presso la propria abitazione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento