Ferragosto in mare, rischi e precauzioni: ecco le regole da rispettare

Operazione "Mare Sicuro", con lo scopo di incrementare la sicurezza sulle spiagge e prevenire incidenti. Oltre ai controlli non possono mancare i consigli e le raccomandazioni da parte della Capitaneria di Porto di Catania

Operazione "Mare Sicuro". Operazione che ha lo scopo di incrementare la sicurezza in mare e sulle spiagge e prevenire incidenti. Proprio per questo motivo, oltre ai controlli, non possono mancare i consigli e le raccomandazioni da parte della Capitaneria di Porto di Catania, tanto per i bagnanti quanto per i diportisti.

Alcune semplici regole per evitare incidenti in mare e sulle spiagge. Eccone alcune: non fare il bagno se non si è in perfette condizioni psicofisiche; lasciare trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto, prima di fare il bagno; evitare di entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa; non allontanarsi dalla spiaggia oltre i 50 metri usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili; non portare animali sulla spiaggia, ad eccezione delle zone ove espressamente previsto; non montare tende, accendere fuochi, campeggiare sulla spiaggia.

Consigli anche per i diportisti. Queste le raccomandazioni disposte: "Informarsi preventivamente sulle zone di mare che si intendono attraversare e su eventuali norme specifiche ed ordinanze di polizia marittima. Navigare sempre rispettando i limiti in termini di distanza dalla costa e di velocità, previsti dalle vigenti ordinanze di sicurezza balneare. Nel Compartimento Marittimo di Catania, che si estende dalla Foce del Fiume Simeto a sud, alla Foce del Fiume Alcantara a nord,  la navigazione è consentita ad una distanza non inferiore ai 350 metri dalle spiagge ed ai 150 metri dalle scogliere.

E’ assolutamente vietato navigare all'interno delle zone riservate alla balneazione.  E’ obbligatorio mantenersi ad una distanza non inferiore ai 100 metri dalle boe o dalle bandiere che segnalano la presenza di sub in immersione.  Per quanto riguarda la velocità massima, questa non dovrà superare i 10 nodi all’interno della fascia di mare compresa tra i 1000 metri dalle spiagge ed i 500 metri dalle scogliere, con unità che dovranno navigare, comunque, in “dislocamento”.

Ricordarsi sempre il numero di emergenza in mare, il "1530" della Guardia Costiera ed il Canale 16 in VHF (che corrisponde alla frequenza di 156,8 Mhz.).

La Capitaneria di Porto fa inoltre sapere che: "Anche nelle giornate del 14 e del 15 agosto, in aderenza alle direttive del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, lo “Sportello Mare” della Guardia Costiera etnea sarà aperto fino alle ore 20.

Lo “Sportello Mobile” itinerante a disposizione degli ‘utenti’ del mare, invece, sarà operativo a Catania al Lido Internazionale ed a Fondachello (Mascali) al Lido Jaanta by.- 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Catania dove trovare sconti e fare affari

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Anoressia sessuale: cause, sintomi e rimedi

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento