Ferrovia Circumetnea inaugura i nuovi treni Vulcano

Lo scorso luglio è stato inaugurato il completamento della tratta Adrano-Biancavilla-Paternò. Oggi si festeggia l’arrivo di quattro unità di trazione che la Società Newag ha realizzato in esecuzione di un primo contratto applicativo all’interno di un più ampio Accordo Quadro relativo a 10 Unità di Trazione

C’è un nuovo Vulcano attorno all’Etna, in arrivo sui binari della Ferrovia Circumetnea. I nuovi treni Newah modello “Vulcano”, di moderna concezione, comfort e prestazioni, in dotazione alla FCE, saranno presentati sabato 19 dicembre 2015 alle ore 9,30 presso la Stazione FCE Catania-Borgo, via Caronda 352/A, Catania.

Interverranno il Gestore Direttore Generale TPL, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Virginio Di Giambattista, il Direttore Generale FCE Alessandro Di Graziano, l’Assessore Regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio, il sindaco di Catania Enzo Bianco. Saranno presenti le autorità civili, militari e tutti i sindaci dei comuni interessati dal tragitto della Ferrovia. L’arcivescovo metropolita di Catania, Monsignor Salvatore Gristina, benedirà i nuovi treni. FCE è impegnata nel nevralgico sviluppo della metropolitana ed in un più generale programma di riqualificazione della propria linea extraurbana.

Lo scorso luglio è stato inaugurato il completamento della tratta Adrano-Biancavilla-Paternò. Oggi si festeggia l’arrivo di quattro unità di trazione che la Società Newag ha realizzato in esecuzione di un primo contratto applicativo all’interno di un più ampio Accordo Quadro relativo a 10 Unità di Trazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono treni nuovi, confortevoli, che saranno impegnati nel tragitto che 120 anni fa segnava l’inizio della storia della Ferrovia Circumetnea. Era, infatti, il 1895 quando fu inaugurato il primo tratto di linea: Catania Borgo-Adernò (oggi Adrano)” sottolinea il Gestore Direttore Generale TPL, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Virginio Di Giambattista che prosegue: “Grazie alla collaborazione con la Regione Siciliana, utilizzando i fondi comunitari altre tre unità di trazione verranno consegnate l’anno prossimo così da sostituire ed integrare progressivamente le vetture attualmente operative che hanno una età media di 45 anni”. Il Direttore Generale FCE, Alessandro Di Graziano, aggiunge: “L’obiettivo è mirare con maggiore forza ad una frequenza e puntualità del servizio come imprescindibili indicatori di attrazione per gli utenti. La linea ferroviaria della Circum può assumere un ruolo decisivo sulle abitudini di spostamento di tantissime persone, disegnando già dall’anno prossimo uno scenario di scambio con la metropolitana nei pressi della stazione di Nesima che permetterà con comfort, sicurezza e puntualità di arrivare da numerosi paesi etnei fino al centro di Catania”. Per l’occasione Poste Italiane disporrà un annullo filatelico per celebrare i 120 anni di esercizio di Ferrovia Circumetnea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento