Festa de L'Unità, arriva Renzi: la città si prepara tra proteste e zona rossa

Traffico bloccato e varchi di accesso presidiati da polizia, carabinieri, guardia di finanza ed esercito per un'area 300 volte superiore a quella dove si tiene la festa nazionale del Partito Democratico

Centinaia di uomini delle forze dell'ordine tra polizia, carabinieri e guardia di finanza sono impegnati ormai da fine agosto per la Festa nazionale de L'Unità. Le misure di sicurezza sono state aumentate in vista della visita durante la conclusione della kermesse del Partito Democratico prevista per domenica 11 settembre. Oltre i controlli all'ingresso della Villa Bellini dall'unico accesso della via Etnea saranno interdette le vie che perimetrano il salotto verde di Catania.

Catania Bene Comune insieme ad altri movimenti ha organizzato una manifestazione parallela alla visita del Presidente del Consiglio dei Ministri che avrà come luogo d'assembramento piazza Iolanda, a circa un chilometro dall'ingresso della location che ha scelto il Partito Democratico.

Autorizzazione negata invece a Fratelli d'Italia che aveva chiesto di manifestare proprio di fronte il giardino Bellini domani in occasione della visita del ministro per le riforme Maria Elena Boschi. Ad annunciare il diniego il consigliere comunale Manlio Messina: “Il centro destra unito, composto da Fratelli d’Italia, Terra Nostra, Forza Italia, Noi con Salvini, #Diventeràbellissima ha ricevuto il diniego a manifestare pacificamente davanti alla villa Bellini in occasione della visita del Ministro per le riforme Maria Elena Boschi. Con questo rifiuto – continua Messina - viene negato il diritto fondamentale a manifestare liberamente il proprio pensiero politico e culturale”.

 Matteo Iannitti, portavoce di Catania Bene Comune commenta così la decisione di creare una zona rossa: “L'11 settembre Catania sarà ostaggio del Presidente del Consiglio e delle incredibili misure di 'sicurezza' approntate da Comune, Questura e Prefettura. E' evidente – continua la nota di Catania Bene Comune - a ogni persona di buon senso che non c'entrano nulla i dispositivi antiterrorismo. Altrimenti pari controlli dovrebbero essere proposti ogni giorno in ogni ospedale, scuola, centro commerciale, strada affollata, discoteca, concerto, festa religiosa. Situazioni ed eventi che attirano migliaia di persone in più rispetto alla festa nazionale del PD”. Intanto da Catania il Presidente della Regione Rosario Crocetta lancia la sua candidatura per le prossime regionali scavalcando chi come Davide Faraone ha chiesto di passare per le primarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento