Festa del mare a Santa Maria La Scala, ripulita spiaggia e porto

Sono stati raccolti più di 3 mila e 500 chilogrammi di rifiuti dai fondali: ferro, lamiere, vetro, batterie, pneumatici, reti e un lampione

Domenica mattina tantissimi volontari di 14 associazioni subacquee, sei gruppi scout e diverse di imbarcazioni di supporto hanno ripulito la spiaggia ed i fondali della frazione di Santa Maria La Scala, interessata dai lavori di riqualificazione. Impietosi i dati emersi alla fine della mattinata.

Sono stati raccolti più di 3 mila e 500 chilogrammi di rifiuti dai fondali: ferro, lamiere, vetro, batterie, pneumatici, reti e un lampione. Quasi 800 chilogrammi di rifiuti sono stati raccolti dalla spiaggia: legna e residui di mareggiate, bottiglie e spazzatura. Grande soddisfazione dal parte degli organizzatori. Tra loro il responsabile organizzativo, Antonio Leonardi, che ha evidenziato l'impegno delle associazioni, delle scuole subacquee intervenute, dei gruppi scout e degli sponsor. Presenti anche il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore all’ambiente Francesco Fichera.

"Santa Maria La Scala è bellissima e bellissimo - ha dichiarato il sindaco- è il clima che si crea durante questo evento, che centra un duplice obiettivo: da un lato c’è un risultato concreto in termini di riqualificazione del nostro mare, dall’altro viene fuori lo spirito di collaborazione e l’amore per i nostri borghi da parte di tantissimi volontari. E’ d’obbligo ringraziare per l’impegno il Gruppo Liberi Artisti e tutte le associazioni, gli scout e i mezzi navali di supporto intervenuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento