Festa di Sant'Agata: no ai ceri accesi, alle bevande in vetro e alle bombole di gas

Ecco i punti salienti fissati dalle ordinanze del Sindaco per evitare situazioni pericolose, a tutela della salute e dell’incolumità delle migliaia di persone che seguiranno i festeggiamenti agatini

Il divieto di accensione dei ceri, il divieto di vendita e somministrazione delle bevande in vetro, il divieto della detenzione di bombole di gas lungo il percorso del fercolo sono i punti salienti fissati dalle ordinanze del Sindaco per evitare situazioni pericolose, a tutela della salute e dell’incolumità delle migliaia di persone che arrivando a piedi e in auto, come ogni anno, seguiranno la festa di Sant’Agata. Ecco nel dettaglio di cosa si tratta.

Il divieto di accendere e trasportare i ceri

Nei giorni delle celebrazioni Agatine, e cioè 3, 4, 5 e 6 febbraio, vi sarà divieto di accendere e trasportare ceri votivi accesi in tutta la città. Per assicurare rispetto delle tradizioni e le esigenze dei fedeli sarà possibile accendere i ceri in alcuni siti “di incontro e preghiera congiunta” allestiti appositamente, delimitati e attrezzati in termini di sicurezza, presidiati dalle forze dell’ordine, dai vigili urbani e dai vigili del fuoco. Questi i siti: piazza Stesicoro, lato ovest, via Cardinale Giuseppe Benedetto Dusmet, fontana di Sant’Agata, slargo tra la via Caronda, via Fondaco e via Canfora, Piazza Cavour , lato sud est.

Il divieto di vendere e somministrare bevande in vetro

Anche quest’anno sarà vietata, il 2, 3, 4, 5 febbraio, la somministrazione e la vendita di bevande in contenitori di vetro nelle aree del centro storico, lungo il percorso del fercolo e nelle vie limitrofe. I gestori dei pubblici esercizi dovranno quindi assicurare la somministrazione di bevande in bicchieri di plastica monouso. In particolare, così come previsto anche dal Piano Operativo Sant’Agata Sicura 2018: il 2 febbraio divieto in vigore dalle 17 alle 23 da piazza Duomo a piazza Università, il 3 febbraio il divieto vige da piazza Duomo a piazza della Borsa e vie limitrofe, dalle ore 7 alle 14 e da piazza Università a piazza Duomo dalle ore 17 alle 23. Il 4 febbraio le zone interessate al divieto sono: piazza Duomo, Porta Uzeda, via Dusmet, via Calì, piazza Cutelli, via Vittorio Emanuele, piazza dei Martiri, via VI Aprile, viale della Libertà, piazza Iolanda,via Umberto, via Grotte Bianche, piazza Carlo Alberto, piazza Stesicoro, salita Cappuccini, piazza San Domenico, Chiesa Sant’Agata La Vetere, via Plebiscito, via Vittorio Emanuele, piazza Risorgimento, via Aurora, via Palermo, piazza Palestro, via Garibaldi, via Plebiscito, via Dusmet, porta Uzeda, piazza Duomo e via adiacenti. Il 5 febbraio il divieto riguarderà: piazza Duomo, via Etnea, via Caronda, piazza Cavour,via A. di Sangiuliano, via Crociferi, piazza San Francesco d’Assisi, via della Lettera, via Garibaldi, piazza Duomo e vie adiacenti, dalle ore 16 e fino al rientro del fercolo in Cattedrale. Sospese, nelle giornate del 3,4, e 5 febbraio, anche le concessioni di suolo pubblico rilasciate ai gestori di pubblici esercizi per tavoli e sedie allocati davanti al proprio esercizio.

Il divieto di usare bombole a gas

L’altra disposizione del Sindaco riguarda le bombole di gas o altro che se utilizzate sul suolo pubblico per la ristorazione possono costituire intralcio alle attività degli organi che devono assicurare la tutela dell’ordine pubblico e l’incolumità di chi assiste alla festa. E’ quindi stato stabilito il divieto per coloro che hanno attività commerciali di vario genere su area pubblica di detenere bombole di gas finalizzate all’attività di vendita e consumo di alimenti. Il divieto riguarda il 3,4 e 5 febbraio ed è valido lungo tutto il percorso del fercolo, nei siti e vie adiacenti. In particolare: 3 febbraio: da piazza Duomo a piazza della Borsa e vie Limitrofe, dalle ore7 alle 14 e da piazza Università a piazza Duomo, dalle ore 7 alle 23. 4 febbraio: piazza Duomo, porta Uzeda, via Dusmet, via Calì, piazza Cutelli, via Vittorio Emanuele, piazza dei Martiri, via VI Aprile, viale della Livbertà, piazza Iolanda, via Umberto, via Grotte Bianche, piazza Carlo Alberto, piazza Stesicoro, Salita Cappuccini, piazza San Domenco , chiesa San Agata la Vetere, via Plebiscito, via Vittorio Emanuele, piazza Risorgimento, via Aurora, via Palermo, piazza Palestro, via Garibaldi, via Plebiscito, via Dusmet, porta Uzeda, piazza Duomo, e vie adiacenti; 5 febbraio: piazza Duomo ,via Etnea, via Caronda, piazza Cavour, via Etnea, via Antonino di Sangiuliano, via Crociferi, piazza San Francesco d’Asssisi, via della Lettera,via Garibaldi, piazza Duomo e vie adiacenti, dalle ore 16 fino al rientro del fercolo in Cattedrale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le forze dell’ordine, le pattuglie dei vigili urbani vigileranno perché il divieto venga correttamente applicato, per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative da 25 euro e fino a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento