rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Il Festival del Cinema di Frontiera riparte da Catania

La 22esima edizione aprirà i battenti il 18 novembre alle 12 al CUT-Università di Catania - teatro Machiavelli. Sabato 19 novembre il Cinema di Frontiera si sposterà nella sala del cinema Politeama di Pachino

Ripartirà da Catania il Festival internazionale del Cinema di Frontiera, ideato e diretto dal regista Nello Correale, ospite dell’Ateneo catanese. La 22esima edizione aprirà i battenti il 18 novembre alle 12 al CUT-Università di Catania - teatro Machiavelli, in cui è prevista la presentazione del programma e della giuria dei giovani e dei lungometraggi. Alle 17,30 all'auditorium del Monastero dei Benedettini dell'università di Catania è prevista la proiezione in anteprima di "Santagata" (Archivio Luce) a cura di Roland Sejko. Un film muto di 10’ musicato dal vivo da l’Ensemble Darshan. Alle 18,30 il premio intitolato a Sebastiano Gesù, a cura del CSC (Centro Studi Cinematografici) assegnato al film "Il giovane corsaro. Pasolini da Bologna" di Emilio Marrese (seguirà la proiezione). Sabato 19 novembre il Cinema di Frontiera si sposterà nella sala del cinema Politeama di Pachino. Alle 15 è prevista la proiezione del film corto degli studenti dell'istituto "Michelangelo Bartolo" di Pachino e a seguire sarà presentata la giuria dei giovani per la selezione cortometraggi Concorto a cui seguirà la proiezione. Alle 18,30 è prevista la proiezione del film in concorso: "Alcarras. L’ultimo raccolto", di Carla Simon. Il festival ritornerà a dicembre (dal 12 al 15) nell'ambito del X Vittoria Peace Film Fest, con la proiezione di tutti i film in concorso "Argentina 1985", "Tori e Lokita", "Alcarras. L’ultimo raccolto", e "Il Giovane corsaro. Pasolini da Bologna", dei 12 cortometraggi della selezione firmata dalla Filmoteca Laboratorio 451 e curata dal giornalista Andrea Di Falco, in collaborazione con Chiara Pitti, Elisa Ragusa e Francesco Savarino. Inoltre è prevista la proiezione di 3 corti fuori concorso "Qu’importe si les bêtes meurent", "Lady of the Gobi (La signora del Gobi)", "The Atomic Cafè" e il film Il dott. Stranamore" ( versione restaurata) in omaggio all'autore Stanley Kubrick. “Questa 22ma edizione in versione invernale - dichiara il regista Nello Correale, ideatore e direttore artistico, ci obbliga a svolgere la nostra manifestazione al chiuso delle sale. Una edizione “in tour”, sostenuta dal Comune di Pachino e della BCC-Pachino, che parte dall’Università di Catania, passa per la sala Politeama di Pachino ed approda a Vittoria, ospite del X Peace film fest. Un grande sacrificio per noi e il nostro pubblico abituato, da più di vent'anni, a vederci all’aperto nella piazza di Marzamemi dove ci impegniamo però, fin da adesso, a rivederci per la prossima edizione. “
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Festival del Cinema di Frontiera riparte da Catania

CataniaToday è in caricamento