Al via la Fiera dei Morti nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena

Una vasta area commerciale che ospita gli stand di 130 espositori per la vendita di prodotti di abbigliamento, pelletteria, calzature, casalinghi, oggettistica, arredi per la casa, ma anche per dolciumi e prodotti tipici, oltre a una zona ludico ricreativa per i più piccoli

Il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo, nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena, hanno aperto ufficialmente al pubblico la tradizionale fiera dei morti che proseguirà fino domenica 3 novembre. Una vasta area commerciale che ospita gli stand di 130 espositori per la vendita di prodotti di abbigliamento, pelletteria, calzature, casalinghi, oggettistica, arredi per la casa, ma anche per dolciumi e prodotti tipici, oltre a una zona ludico ricreativa per i più piccoli.

Il sindaco insieme all’assessore ha compiuto un sopralluogo nella fiera per valutare il sito, scelto per l’indisponibilità di quello contiguo del parcheggio Fontanarossa dell’Amt, ormai esclusivamente utilizzato dalle auto per la sosta lunga a pagamento con importanti proventi: “Ho trovato ordine e una buona organizzazione -ha commentato Salvo Pogliese - che faciliterà il prevedibile notevole afflusso di migliaia di visitatori nei larghi spazi disponibili di questo nuovo sito. Ogni anno cerchiamo di migliorare i servizi e per questo abbiamo approfittato dell’ex mercato, da anni abbandonato, per ripristinare l’illuminazione stradale delle vie attigue, ripulire le caditoie ed eseguire diversi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria anche all’interno del perimetro che ospiterà la tradizionale Fiera dei Morti, con oneri a carico dell’impresa che si è aggiudicata l’appalto per l’organizzazione. Tra questi, in particolare, la sistemazione dell’impianto dell’illuminazione del padiglione fieristico, che contiamo di utilizzare anche per altri eventi oltre quelli fieristici, considerato che possiamo contare anche su oltre mille posti auto nella zona”.

Soddisfatto l’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo che ha curato tutti gli aspetti preparatori della Fiera: ”Un’area che si rivela ottimale per ospitare una fiera che è giunta addirittura alla 79^ edizione. Un appuntamento tradizionale tanto atteso dai catanesi che potranno fare acquisti a buon mercato, negli stand degli operatori che provengono da tutta la Sicilia e da altre regioni del Sud Italia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Fiera sarà aperta tutti i giorni, fino al 3 novembre, dalle ore 9,00 alle ore 24,00 . Per lasciare l’auto nei 1043 stalli resi disponibili, il costo del ticket sarà di 2 euro con durata tutto il giorno e i biglietti verranno venduti sul posto dagli stessi operatori Sostare proprio per agevolarne l’acquisto ai visitatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

  • Librino, in due sullo scooter con un neonato di 26 giorni nel mezzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento