menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestivano un laboratorio del "falso": maglie da calcio e mascherine taroccate

Vendevano poi i prodotti sulle piattaforme di ecommerce. Sono stati scoperti dalla guardia di finanza e i due sono stati denunciati

I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Catania hanno denunciato due fratelli catanesi che gestivano un’illecita attività di vendita di capi di contraffatti tramite piattaforme virtuali di e–commerce. Da un'analisi accurata dei militari è emerso come, nelle piattaforme web, i due fratelli avessero avviato un rodato sistema di vendita dei falsi. Infatti attraverso una vetrina virtuale veniva mostrato un vero e proprio showroom del contraffatto, con i prodotti totalmente personalizzabili: mascherine in tessuto lavabile con i più noti stemmi delle squadre di calcio, capi di abbigliamento delle “maison” più conosciute, il tutto con i relativi prezzi dettagliatamente indicati.

La procedura di acquisto era molto semplice e intuitiva: scelta del prodotto, del quantitativo desiderato, del marchio da apporre. I due giovani imprenditori pensavano poi alla realizzazione di quanto richiesto ed alla consegna al domicilio del cliente tramite corriere. Le perquisizioni, eseguite nei locali dei due, hanno permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro centinaia di prodotti contraffatti pronti per essere spediti, numerosi loghi idonei ad essere apposti sui capi “vergine”, nonché le apparecchiature necessarie per la loro realizzazione, consistenti in un plotter, una pressa termoadesiva ed un computer. I due fratelli sono stati denunciati per i reati di produzione e commercializzazione di prodotti contraffatti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento