Imprenditore nel mirino della finanza: sequestro di beni per 412 mila euro

L'indagine, effettuata per il reato di mancato pagamento Iva, è stata avviata nel maggio scorso. Il soggetto interessato, in qualità di amministratore dell'azienda, non aveva rispettato gli obblighi di versamento

La guardia di finanza di Catania ha eseguito un’ordinanza di sequestro preventivo di beni per oltre 412.000 euro. Il provvedimento cautelare è stato disposto dalla Sezione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Catania, su richiesta della locale Procura Distrettuale, nei confronti di imprenditore titolare di una società di servizi operante nel capoluogo etneo.

L’indagine, effettuata nell’ambito di un procedimento per il reato di mancato versamento Iva è stata avviata nel maggio scorso, a seguito di una segnalazione giunta alle fiamme gialle catanesi in cui si rappresentava che il soggetto interessato, in qualità di amministratore e legale rappresentante dell’azienda, non aveva rispettato gli obblighi di versamento dell’Imposta sul Valore Aggiunto relativa all’anno 2009 accertata dall’Agenzia delle Entrate.

L’attività investigativa ha inoltre segnalato l’esistenza di diversi conti correnti e depositi bancari riconducibili al soggetto indagato e anche un’autovettura di grossa cilindrata (Mercedes). I finanzieri hanno quindi proceduto al sequestro preventivo dei beni per coprire il debito dovuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento