Firmato l'accordo tra Comune e Forum per i l’economia solidale di Catania

Presenti alla firma la consigliera consigliera comunale Vanin, che ha curato l'iniziativa, e i rappresentanti della delegazione dell'omologo Forum trentino oltre tanti esponenti di quello catanese

Il sindaco di Catania Enzo Bianco e l'avvocato Marisa Falcone, coordinatrice del neo costituito Forum per i Beni Comuni e l’Economia Solidale di Catania, hanno sottoscritto oggi, nel corso di un incontro che si è tenuto nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, un protocollo d’intesa con il quale l'Amministrazione comunale assume l’impegno di sostenere e promuovere le attività del Forum, nell'ottica della realizzazione di un Distretto di Economia Solidale e di concedere l’uso di un immobile comunale.

Il Sindaco Bianco ha dichiarato che "la sottoscrizione di questo protocollo si inquadra nelle iniziative con cui il Comune di Catania  intende promuovere, sostenere e valorizzare le risorse territoriali e sociali dell'area metropolitana, favorendo i rapporti di collaborazione con le formazioni sociali attive nel territorio".

"Come Sindaco della Città Metropolitana - ha aggiunto Bianco - proporrò questo progetto agli altri 57 sindaci del territorio e lo stesso farò con tutti i sindaci italiani nel mio ruolo di presidente dell'Assemblea Nazionale dell'Anci". A credere fermamente nella importanza di dotare Catania di una realtà di Economia Solidale quale il Distretto di Economia Solidale è la Consigliera Elisabetta Vanin,  che ha incoraggiato la nascita del Forum ed ha aperto il dialogo con l'Amministrazione Comunale: "Condivido i valori che stanno alla base dell'Economia Solidale e ritengo che le attività del Forum oggi e del DES (Distretto Economico Solidale) domani favoriranno lo sviluppo economico e sociale della Città metropolitana di Catania mediante l' attuazione di progetti specifici e la creazione di sinergie di respiro internazionale".

"Il Forum si è costituito a Catania lo scorso 3 maggio - ha detto la coordinatrice Marisa Falcone che ricopre il ruolo quale presidente di A.D.A.S. onlus -  ed ha come obiettivo quello di promuovere e diffondere l'Economia Solidale che mette al centro la persona e valori fondamentali quali la solidarietà e le relazioni personali, la cooperazione, la sostenibilità, la salute e l'ambiente; garantisce il rispetto dei diritti dei lavoratori; mira ad incentivare l'agricoltura biologica; valorizza le risorse locali ed è aperta alle sinergie con tutti gli operatori del settore. Con la Consigliera Vanin ci siamo trovate in perfetta armonia di vedute ed è per questo che noi soggetti oggi attori del Forum non abbiamo esitato a raccogliere il suo imput".

All'interno del Forum sono già stati creati gruppi di lavoro per aree tematiche: agricolture e produzioni sostenibili, filiera corta, turismo responsabile e relazionale, commercio equo e solidale, finanza etica, tutela del consumatore, consulenze al cittadino e alle imprese, consumo consapevole, corretti stili di vita, benessere, bioedilizia, bioarchitettura, raccolta e riciclo rifiuti, riuso e artigianato creativo, modelli di sviluppo etico locale, buona occupazione, inclusione sociale, culture, creatività e laboratori artistico-espressivi. Presenti Manuela Gualdi e Mario Simoni, quale delegazione del Tavolo dell’Economia Solidale Trentina, attivo nella Provincia Autonoma di Trento che si è dotata di una normativa che regolamenta il settore e dove è già attivo un Distretto di Economia Solidale I rappresentanti trentini potranno così conoscere i soggetti attori del Forum catanese e, viceversa, il nostro Forum potrà confrontarsi con la realtà di Economia Solidale più avanzata in Italia in un'ottica di futura collaborazione che guarda all'Europa.

ELENCO ADERENTI AL FORUM

Costitutori:

* Coco Antonio, leg. rappr. della azienda agricola biologica Bio Bio prodotti dell’alveare

* De Grazia Maria, leg. rappr. AgrinovaBio 2000 o.p.

* Falcone Maria Luisa (Marisa), leg. rappr. Ass. per la Difesa dell’Ambiente e della Salute A.D.A.S. onlus

* Favara Salvina, leg. rappr. della omonima azienda agricola biologica,

* Furnari Alfio, Presidente AIAB Sicilia

* Greco Giorgia, chef vegana – vegetariana per Scelta Vegetariana

* Leonardi Lucio, leg. rappr. Azienda agricola biologica Terre di Efesto

* Li Rosi Giuseppe, leg. rappr. Ass. Simenza

* Li Rosi Giuseppe, leg. rappr. Azienda agricola biologica Terre Frumentarie

* Mercurio Cristina, leg. rappr. Enghera coop. Sociale

* Notari Giovanni (Gianni), docente di Antropoligia UNIPA, gesuita, parroco Parrocchia S.S. Crocifisso dei Miracoli

* Pennisi Lucia, presidente di Veg Sicilia Ass. Vegani e Vegetariani

* Romeo Piero , leg. rappr. Ass. Italiana Pizza

* Rossi Iole, delegata da Caccamo Martino titolare della omonima azienda agricola biologica

* Scuto Silvio, delegato per l’Arnia cons. coop.

* Vescera Franco, leg. rappr. F.lli Vescera s.r.l.


Nuovi Iscritti:


* Cunsolo Pietro, titolare azienda agricola

* Bonanno Giuseppe, titolare azienda Tiracya

* Radivo Fulvio, ristorante Zenzero e Salvia e La Bottega di Fronte

* Vinci Roberto, az. agr. Antichi sapori della nostra terra

* Caccamo Sergio, titolare azienda agricola

* Attaguile Giuseppa, leg. rappr. ass. Gusto di Campagna

* Castorina Calì Mario, leg rappr. az. agricola La Rosa srl

* Faraone Vincenzo, avvocato penalista

* Mercadante Maurizio, esperto economia e relazioni internazionali

* Milluzzo Teresa, educatrice e artigiana del riciclo creativo

* Valzone Pasquale, az. Agricola, turismo responsabile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento