Fiumefreddo, la guardia di finanza scopre un minimarket abusivo

L'attività era totalmente sconosciuta al fisco. Il titolare dovrà restituire all'agenzia dell'entrate circa 90 mila euro per imposte non dichiarate

I finanzieri del comando provinciale di Catania, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale e all’economia sommersa, hanno scoperto a Fiumefreddo di Sicilia un minimarket completamente sconosciuta al fisco. In particolare, le fiamme gialle di Riposto, grazie alla costante attività di controllo economico del territorio e di intelligence economico-finanziaria, hanno rilevato che l’impresa commerciale operava con una partita Ivache risultava cessata dal 2015 e che dal 2012 questa azienda non presentava alcuna dichiarazione fiscale.

 Attraverso lo sviluppo di mirate indagini tributarie, eseguite nel corso di una verifica fiscale, i militari hanno integralmente ricostruito il volume di ricavi realizzato dal “minimarket” che è risultato di oltre 400 mila euro. Per le violazioni riscontrate, il titolare dell’impresa commerciale è stato segnalato all’agenzia delle entrate per il recupero di circa 90 mila euro di imposte non dichiarate al fisco nonché per l’applicazione delle relative sanzioni tributarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

Torna su
CataniaToday è in caricamento