Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Civita / Piazza Duomo

Flash mob dei precari dei call center in Piazza Duomo: no alle delocalizzazioni

Far squillare i loro telefoni in segno di protesta. E' il singolare flash mob messo in atto questa mattina dai dipendenti dei call center etnei, che il prossimo 4 giugno si recheranno in massa a Roma per partecipare alla manifestazione nazionale del settore telecomunicazioni contro le gare orientate al massimo ribasso

Si sono dati appuntamento in piazza Duomo per far squillare i loro telefoni in segno di protesta. E' il singolare flash mob messo in atto questa mattina dai dipendenti dei call center etnei, che il prossimo 4 giugno si recheranno in massa a Roma per partecipare alla manifestazione nazionale del settore telecomunicazioni contro le gare orientate al massimo ribasso ed alla conseguente delocalizzazione delle commesse all'estero.

"Abbiamo avuto un riscontro positivo dal comune, il sindaco oggi impegnato fuori Sicilia ha espresso la sua vicinanza inviandoci una lettera. Ci sono stati già diversi incontri - spiega il segretario SLC CGIL Davide Foti - presso il Ministero dello Sviluppo Economico che ha convocato le maggiori aziende del settore. Se da un lato le gare d'appalto sono orientate verso cifre sempre più basse, dall'altro cresce il pericolo di trasferire all'estero le risorse presenti sul nostro territorio perchè in Italia il costo del lavoro è maggiore rispetto ad altri paesi come l'Albania".

"A tutto questo si aggiunge anche una scarsa tutela dei diritti del consumatore - precisa Vladimir Amore, dipendente Almaviva - perchè in altre nazioni la legge sulla privacy non è tutelata come in Italia ed è più facile fare risorso alle banche dati per fini promozionali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flash mob dei precari dei call center in Piazza Duomo: no alle delocalizzazioni

CataniaToday è in caricamento