Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

Un inseguimento da brividi avvenuto nelle vie centrali e trafficate della città. Il terzetto dovrà rispondere di svariati reati

Da Caltagirone a Catania ubriachi, strafatti e con le armi. Un terzetto proveniente da Caltagirone, composto da Kevin e Valentino Sbriglione, rispettivamente di 21 e 27 anni, e da Marco Virzì di 28 anni aveva deciso di trascorrere una serata "diversa" nella città etnea che, soltanto grazie alla professionalità degli agenti della polizia, non si è trasformata in una tragedia.

I tre erano andati, nella serata di ieri, in via VI Aprile con la loro auto con targa straniera e stavano contrattando con una prostituta quando una pattuglia li ha beccati e ha intimato loro di scendere. I tre calatini si sono dati subito alla fuga prima verso corso Martiri della Libertà e poi a velocità altissima nelle stradine del centro storico, piene di passanti.

Un pericolosissimo inseguimento durato svariati km, durante i quali il mezzo in fuga ha anche divelto la barriera mobile che del parcheggio AMT della piazza Paolo Borsellino alla velocità di circa 150 chilometri orari. Poi la vettura si è schiantata contro un muro di recinzione in via Officine Ferroviarie.


Nonostante il violento impatto, i tre hanno tentato ancora la fuga e di loro uno ha ingaggiato una violenta colluttazione con poliziotto che è stato ferito alla mano destro e refertato con prognosi di 10 giorni.


Dopo il difficile intervento di polizia, i tre malviventi, tutti con svariati precedenti, sono stati arrestati e trattenuti in questura in attesa dello svolgimento del rito per direttissima.

Dovranno rispondere dei reati di violenza, lesioni e resistenza a P.U., nonché, denunciato per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, guida in stato di ebrezza, riciclaggio e porto abusivo di oggetti od armi atti ad offendere.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo rossa a Catania, scuole chiuse martedì 12 novembre

  • Ferlito, il figlio del boss "perdente" e la 'Ndrangheta: "Il porto di Catania non è buono"

  • Fungo porcino record trovato alle pendici dell'Etna: 4,3 chili

  • Estorsione al titolare di un camion dei panini: cinque arrestati

  • Meteo: in arrivo piogge e raffiche di vento su Catania

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse ad Acireale

Torna su
CataniaToday è in caricamento