rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Infrastrutture e fondi europei, Salvini: "Chiedere proroghe e aiuti non è un buon punto di partenza"

"Il tema delle infrastrutture, anche digitali - ha detto Salvini - sarà nei prossimi mesi determinante per la Sicilia. Ma non è un buon punto di partenza incominciare, ancor prima di cominciare, a chiedere proroghe, rinvii e aiuti"

Il leader della Lega, Matteo Salvini è intervenuto con un collegamento a distanza, a Catania, all’incontro su ‘Fondi Ue: una sfida per il Sud’, promosso dall’eurodeputata Annalisa Tardino. "Il tema delle infrastrutture, anche digitali, sarà nei prossimi mesi determinante per la Sicilia. Ma non è un buon punto di partenza incominciare, ancor prima di cominciare, a chiedere proroghe, rinvii e aiuti. Non è il modo migliore di mettersi a disposizione per scommettere su merito, trasparenza, concretezza e futuro. Acqua, ambiente e rifiuti sono snodi centrali. Non sono più pensabili altri rinvii sugli impianti di valorizzazione dei rifiuti piuttosto che di depurazione e di buona gestione delle acque. E ne parleremo in sede regionale e negli appuntamenti alle amministrative in Sicilia, da Palermo e da Messina con i sindaci da cambiare. In Sicilia – ha ricordato Salvini – ci vengo una-due volte al mese per le mie vicende processuali, che mi vedono imputato per sequestro di persona, ma io dal male cerco sempre di trarre il bene. E quindi saranno occasioni per programmare un futuro migliore per questa terra straordinaria”.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture e fondi europei, Salvini: "Chiedere proroghe e aiuti non è un buon punto di partenza"

CataniaToday è in caricamento