Fontanarossa chiusa per lavori, ma si continuano a vendere biglietti

L'Aeroporto di Catania sarà inagibile, dal 5 novembre al 5 dicembre, per lavori di manutenzione alla pista. Si cercano soluzioni, ma non è semplice: Sigonella non sembra essere disponibile e si continuano a vendere biglietti

L'Aeroporto di Catania sarà inagibile, dal 5 novembre al 5 dicembre, per lavori di manutenzione alla pista. Si cercano soluzioni per smistare il traffico. Ma non è semplice. Dopo la crisi Wind Jet che ha comportato un netto crollo nelle partenze alla volta della Sicilia, un altro stop potrebbe incidere pesantemente sull'economia della Sicilia in generale, di Catania in particolare.

Eppure, Claudio Melchiorre presidente dell'Adoc, fa notare come "la chiusura dell'aeroporto di Catania Fontanarossa è stata programmata da molti mesi, ma nessuno ha pensato a scrivere sui biglietti da e per Catania che l'aeroporto sarà inagibile". "Comprendiamo le difficoltà di compagnie che hanno riaperto tratte in sostituzione di Win jet e pertanto impreparate - continua Melchiorre- ma non si possono vendere biglietti aerei per una destinazione inesistente".

L'invito dell'Adoc è, pertanto, quello di "aderire allo sciopero dei consumatori del 19 settembre contro la benzina boicottando anche il trasporto aereo''. ''Ci hanno tolto un vettore siciliano -continua l'associazione- con compagnia che hanno bilanci nelle medesime condizioni di Win Jet, ci hanno ridotto le corse degli autobus e quasi azzerato il trasporto ferroviario, senza contare lo scandalo degli sprechi per gli scali di Comiso e Trapani".

Nel frattempo, i vertici cercano soluzioni per arginare i disagi dei passeggeri. Quello di Catania, infatti, è il più grande scalo del Sud, un'infrastruttura a servizio di ben 7 province su 9, un'area dove risiede il 70% della popolazione regionale. Tra le soluzioni si prospetta l'utilizzo degli scali di Palermo e di Reggio Calabria. Ma a dire no  sono, in particolare, i cittadini per via degli estremi disagi, delle ore e ore di transito e dei notevoli costi aggiuntivi.

Un'altra soluzione è stata suggerita anche dal senatore del Pd Enzo Bianco: "Bisogna utilizzare l'aeroporto di Sigonella per il quale erano già state date assicurazioni in tal senso e per tutti i voli è inaccettabile che non si trovi una soluzione soddisfacente per individuare uno scalo alternativo a Fontanarossa durante l'annunciato mese di chiusura per i lavori di rifacimento della pista dal 5 novembre al 5 dicembre prossimi".

Soluzione questa sostenuta anche dal Codacons, l’associazione dei consumatori: Una delle nostre priorità è sì quella di smistare il traffico nell’aeroporto di Sigonella, ma, cosa più importante, vogliamo proporre ai vertici della società di gestione dello scalo di Catania di organizzare e portar avanti i lavori per il rifacimento della pista in orari notturni o comunque in momenti che non creino disagi ai passeggeri. Tutto, ovviamente, in assoluta sicurezza” afferma il presidente nazionale, Francesco Tanasi.

Ma al momento Sigonella non sembra disposta a fare da supporto a Fontanarossa e questo vorrebbe dire trasferirsi a Palermo ( almeno 3 ore) o a Reggio Calabria ( altrettanto con  o senza aliscafo). Se il Ministro Passera non riuscirà a convincere gli americani, dobbiamo prepararci ad un mese di disagi.

Le rassicurazioni del nuovo Presidente e dell'Ad della Sac, rispettivamente Giuseppe Giannone e Nico Torrisi: "'Siamo al fianco dell'Enac, impegnata con il presidente Vito Riggio e con il ministro delle infrastrutture Corrado Passera, nella ricerca di soluzioni alternative per garantire la mobilità dei siciliani, per i quali l'aeroporto internazionale di Catania rappresenta l'unica reale infrastruttura in grado di rispondere alla domanda di trasporto da/per la Sicilia di circa 3,5 milioni di residenti''. ''Apprezziamo - aggiungono - l'interesse manifestato in questi giorni dal mondo imprenditoriale, politico e dalla società civile per individuare soluzioni alternative alla chiusura di Fontanarossa che non penalizzino la comunità e il sistema produttivo della Sicilia Orientale".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento