Fontanarossa, in partenza con 60 mila euro nascosti nei bagagli: fermati

Individuati due soggetti, rispettivamente di nazionalità cinese e cingalese. Privi della prevista dichiarazione doganale, trasportavano una grossa quantità di contante, nascosta all'interno dei bagagli

I militari di Catania –Fontanarossa, congiuntamente ai funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli - hanno individuato, a seguito di un’analisi di rischio dei voli in partenza, due soggetti, rispettivamente di nazionalità cinese e cingalese che, privi della prevista dichiarazione doganale, trasportavano una grossa quantità di denaro contante.

Dopo ulteriori e approfonditi controlli, sarebbero state rinvenute banconote nascoste all’interno dei bagagli per un ammontare totale di circa 60.000 euro.

Stando all'attuale normativa, l'importo massimo di denaro contante da poter trasportare non deve superare i 10.000 euro.  Sopra questa soglia, e fatte salve le eventuali ipostesi di reato, si configura una  violazione di natura amministrativa, e si procede con il sequestro fino al 50% della somma in più rispetto al limite consentito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento