Fontanarossa: finanziamento di 70 milioni per investimenti infrastrutturali

La Banca europea degli investimenti (Bei) ha approvato il finanziamento di 70 milioni di euro per l'aeroporto Internazionale di Catania destinati a una serie di importanti investimenti infrastrutturali

La Banca europea degli investimenti (Bei) ha approvato il finanziamento di 70 milioni di euro per l'aeroporto Internazionale di Catania destinati a una serie di importanti investimenti infrastrutturali previsti dalla concessione quarantennale e che incrementeranno la capienza dello scalo fino a 10 milioni di passeggeri l'anno, che attualmente e' di 6,7 milioni.

Gli interventi sono quelli inseriti nel Contratto di programma siglato tra Sac, gestore dello scalo, ed Enac dopo il si' del CIPE e previsti dal Piano industriale della Sac.

La decisione della Bei, che risale al 24 luglio, è stata pubblicata oggi sul sito della Banca europea degli investimenti. ''La Sac - commenta il suo presidente, Gaetano Mancini - ha messo in atto una procedura competitiva, attualmente in corso, con advisor Mediobanca, alla quale hanno risposto la Cassa depositi e prestiti e i principali gruppi bancari operanti sul mercato europeo. I 70 milioni di euro concessi dalla Bei costituiscono la meta' dell'intero investimento di 140 milioni di euro previsto per i prossimi quattro anni, un primo segmento dei complessivi 600 milioni previsti dalla concessione quarantennale. Il rimanente fabbisogno finanziario di Sac per la realizzazione degli investimenti - annuncia Mancini - sara' coperto dagli istituti bancari che hanno risposto alla procedura''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento