Forconi annunciano: "Da martedì porti occupati contro caro navi"

Le parole del leader Mariano Ferro che attende risposte dalle istituzioni

"Se entro domani non arriveranno risposte, martedì a partire dalle 5 del mattino saremo nei porti con gli autotrasportatori. Poi si vedrà". Lo afferma Mariano Ferro, leader dei Forconi, movimento che nel gennaio del 2012 paralizzò l'economia che viaggiava sui Tir in Sicilia, sull'aumento dei costi di trasporti via mare. "Su questi argomenti - aggiunge il leader dei Forconi - le associazioni degli autotrasportatori, con le quali condividiamo le motivazioni dell'agitazione, stanno semplicemente cercando di avere risposte dal Governo nazionale. Ma non arrivano segnali e noi che di tutto abbiamo bisogno tranne che di ulteriori disagi o ancora peggio di rincari delle tariffe per portare le nostre merci fuori dall'isola, ci prepariamo ad aprire sulle strade un nuovo contenzioso col Governo. Che il Sud sia ormai passato nel comune sentire come la palla al piede del Nord lo avevamo già percepito, ma - chiosa Ferro - essere snobbati persino nelle situazioni di emergenza è un poco più complicato da accettare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento