Forza Nuova vandalizza le moschee di Catania, cartelli affissi nei luoghi di culto

Il gruppo di estrema destra rivendica con un comunicato la paternità di alcuni cartelli infissi sugli ingressi delle moschee a Catania ed Acireale. E' confermata intanto per il pomeriggio odierno la manifestazione di preghiera dopo i fatti di Parigi. Cristiani e musulmani manifesteranno insieme

Forza Nuova rivendica con un comunicato la paternità di alcuni cartelli indicanti le scritte “War zone - Islamic Occupied Area", sugli ingressi delle moschee, e altri, con il motto “Si vi pacem para bellum"”, affissi sui portoni delle chiese limitrofe ai centri islamici, a Catania e ed Acireale. L'azione è stata portata a termine nelle strutture religiose di piazza Cutelli e via Gagliani.

Nel comunicato diffuso dal gruppo di estrema destra si legge: "occorre archiviare definitivamente ogni pulsione buonista ed integrazionista e dichiarare senza tentennamenti che non potrà mai essere imposta in Italia una società multietnica e multiculturale. Occorre armare il pensiero e le anime contro chi vorrebbe imporci la coesistenza forzata con l'Islam"

"Forza Nuova, quindi, afferma con chiarezza che nessun'altra moschea va costruita, sia per gli immediati ed evidenti rischi di sicurezza e salute pubblica, sia perché la sola presenza di una di esse segna la cessione territoriale e morale di un ulteriore pezzo della nostra terra ad un Islam che, al netto delle mille parole mielose e delle maschere pacifiste, incuba in sé il germe indissolubile dell’aggressione e della conquista in primis delle nazioni cristiane e della loro cultura in tutte le sue espressioni, anche architettoniche ed urbanistiche".

Di contro al clima imbastito da Forza Nuova, è confermata per il pomeriggio odierno la manifestazione di preghiera dopo i fatti di Parigi. Cristiani e musulmani si ritroveranno insieme per la pace a partire dalle 18.17 nella moschea di piazza Cutelli, fino ad arrivare in corteo in piazza Università.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento