menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frane e smottamenti, stanziati 35 milioni che rischiano non essere spesi

Nel catanese, per la sola messa in sicurezza delle infrastrutture, sono disponibili 12,5 milioni di euro

Sono più di 35 i milioni di euro che la Regione Siciliana ha recuperato e riprogrammato per interventi contro il dissesto idrogeologico nei Comuni della provincia di Catania. Ma su 20 progetti rifinanziati, solo sei sono esecutivi e ben 11 allo stadio preliminare.

"Per non perdere i finanziamenti, difendere il territorio creare occupazione, chiediamo al neo sindaco Pogliese e all’assessore regionale Falcone di creare una task force - spiega la Cisl - anche con l’ausilio della Città metropolitana, per coordinare con la propria area tecnica i procedimenti di quei Comuni che hanno carenze di personale tecnico e si sono bloccati nella progettazione".

Nel catanese, per la messa in sicurezza delle infrastrutture, ci sono 12,5 milioni di euro. Contro il rischio alluvioni 16,4, contro il rischio frane 6,3 milioni. Tra i rifinanziamenti più cospicui i 5,2 milioni per la sistemazione idraulica tra S.Giovanni e Aci Platani ad Acireale, 3,35 milioni per il centro storico di Caltagirone e 3 milioni per il consolidamento di Piano Piraino a Calatabiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Salute della donna, open week per la prevenzione

Casa

Scope elettriche - I migliori modelli sul mercato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento