Operazione Money Lender, dopo la bufera arresti domiciliari per i Bosco

I giudici del Tribunale del Riesame - con ordinanza depositata lo scorso lunedì in seguito all'udienza celebrata il 13 marzo - disposto gli arresti domiciliari per per Antonino Bosco ( classe 1958), Salvatore Bosco e Mario Bosco. Giuseppe Bosco ( il capostipite) è stato rimesso in libertà

L'inchiesta "Money lender", qualche settimana fa, aveva scatenato un polverone su una delle famiglie più note di Catania. Dopo la scoperta di traffici di usura ed estorsione, in carcere erano finiti i "Fratelli Bosco", imprenditori attivi nel settore della distribuzione alimentare e in quello del catering.

I giudici del Tribunale del Riesame - con ordinanza depositata lo scorso lunedì in seguito all'udienza celebrata il 13 marzo -hanno però disposto gli arresti domiciliari per per Antonino Bosco ( classe 1958), Salvatore Bosco e Mario Bosco. Giuseppe Bosco ( il capostipite) è stato rimesso in libertà e gli sono stati restituiti denaro e gioielli sequestrati.Giuseppe Bosco ( classe 1978) è stato scarcerato con l'obbligo di dimora.

Per i Bosco il 23 aprile verrà discussa anche la misura di prevenzione in merito al sequestro dei beni legati alla loro attività imprenditoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento