Fratelli gemelli bloccati a San Cristoforo con una pistola modificata

L’arma sequestrata ad uno dei due era una pistola bruni mod 85 a salve modificata ed alterata ad hoc per fare fuoco

I pluripregiudicati fratelli gemelli, Michele e Concetto Mannuccia, sono stati arrestati dalla polizia per detenzione e porto di arma da sparo clandestina e denunciati per i reati di ricettazione e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Durante un servizio di repressione dei reati predatori nel quartiere di San Cristoforo, una pattuglia ha notato un' auto con fari spenti e motore accesso in via Giannitto.

Dal mezzo scendeva un uomo che si dirigeva con passo svelto verso una traversa lì vicino, mentre l’autista della macchina rimaneva all’interno dell’abitacolo come se fosse pronto a fuggire. I “falchi”, insospettiti, hanno deciso di avvicinarsi per controllare ed identificare i soggetti sospetti. L’uomo che era sceso dall’autovettura,Concetto Mannuccia, tentava quindi di fuggire e durante l’inseguimento ha estratto dal pantalone una pistola con cartuccia camerata e cane armato, quindi pronta “a fare fuoco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti hanno intimato subito all’uomo di gettare immediatamente l’arma. Il fuggitivo allora ha deciso di lanciare la pistola e continuare la propria fuga. Il tentativo è stato reso vano dagli investigatori che hanno bloccato il criminale perquisendolo al complice, fratello gemello. L’atto di p.g. permetteva di rinvenire inoltre 6 cartucce calibro 7.65 e alcune mazze di legno e ferro all’interno dell’autovettura. L’arma sequestrata era una pistola bruni mod 85 a salve modificata ed alterata ad hoc per fare fuoco. I due uomini sono quindi stati bloccati dagli uomini della Mobile pochi secondi prima di compiere ulteriore reato. I fratelli Mannuccia sono stati arrestati ed associati al carcere di Piazza Lanza a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento