Fugge all'alt della polizia, arrestato dopo inseguimento rocambolesco

Vincenzo Napoli era destinatario di un ordine di carcerazione, la tentata fuga gli costerà anche un'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Nel pomeriggio di ieri, personale delle Volanti ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, a carico di Vincenzo Napoli, del 1998, il quale deve espiare una pena di 4 mesi e 17 giorni di reclusione. In particolare, gli operatori transitando nel quartiere Librino, hanno notato sopraggiungere ad alta velocità un motociclo che non si è fermato all’alt e, anzi, alla vista della Volante ha repentinamente accelerato. Gli operatori, hanno immediatamente contattato la Sala operativa, comunicando modello e targa del mezzo in fuga, mettendosi all’inseguimento dei fuggitivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la corsa, il passeggero del motociclo si è voltato ripetutamente, permettendo ai poliziotti di riconoscerlo, in quanto destinatario di un ordine di carcerazione. L’inseguimento si è prolungato per le strade del quartiere, percorse ad alta velocità, creando pericolo per pedoni e automobilisti, fino a quando i due malfattori, perso il controllo del mezzo, si sono schiantati contro un autobus. Nonostante il forte impatto, entrambi riuscivano a rialzarsi per tentare la fuga appiedati, ma il passeggero è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. L’uomo, che durante la fuga aveva tentato di disfarsi di una pistola a salve con caricatore, prontamente recuperata dai poliziotti, ha fornito false generalità, urlando nel tentativo di richiamare l’attenzione di altri soggetti presenti sul posto i quali, per “difenderlo”, hanno minacciato e spintonato gli agenti. Sul posto sono sopraggiunte altre Volanti, con il cui ausilio l’uomo è stato accompagnato in Questura, dove è stata appurata la sua vera identità. Oltre a procedere all’esecuzione dell’ordinanza emessa dal Tribunale di Catania il 29 aprile scorso, il Napoli è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficialenonché denunciato per il reato di false generalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

  • Il Gruppo Arena lancia l’ultimo modello di Superstore

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, avvocato positivo: scatta protocollo di sicurezza al palazzo di giustizia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento