Vede i poliziotti e fugge speronandoli: arrestato dopo un inseguimento

Giuseppe Giustolisi è ora sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio di convalida

La polizia di Stato ha arrestato questa notte il pregiudicato catanese Giuseppe Giustolisi, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento di beni dello Stato. Intorno alle due di questa notte, gli agenti delle volanti hanno notato un individuo a bordo di una Fiat Grande Punto percorrere a velocità sostenuta via Timoleone. I poliziotti, insospettiti da questo comportamento, hanno deciso di intimare al soggetto l’alt, ma, il conducente dell’autovettura, invece di arrestare la corsa, ha tentato di far perdere le sue tracce.

E' iniziato così un rocambolesco e pericoloso inseguimento tra le arterie cittadine che ha impegnato tre volanti. Dopo alcuni chilometri, i poliziotti sono riusciti ad affiancare il fuggitivo che, dopo aver speronato una delle vetture di servizio, ha fermato la sua corsa e tentato appiedato di allontanarsi. Raggiunto e bloccato dai poliziotti, ha opposto una energica resistenza per sottrarsi all’arresto. Il delinquente è stato comunque neutralizzato e tratto in arresto. E' ora sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento