rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Adrano

Percepivano il reddito di cittadinanza ma erano agli arresti domiciliari: 10 denunce

Operazione dei carabinieri del comando provinciale di Catania nel comune di Adrano. L’importo complessivo riscosso indebitamente dai dieci "furbetti", tra gennaio 2021 e il mese di giugno di quest’anno, è di oltre 78 mila euro

I carabinieri del comando provinciale di Catania, al termine di una mirata attività d’indagine condotta d’iniziativa dai militari della stazione di Adrano, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria etnea 10 persone per aver percepito, senza averne i requisiti di legge, il reddito di cittadinanza, provocando un danno all’erario pari a oltre 78 mila euro.

Nello specifico è stata approfondita la posizione dei cittadini percettori del reddito nel comune di Adrano. All’esito dell’attività ispettiva sono emerse molteplici ed evidenti irregolarità commesse dagli indebiti percettori. Tra i beneficiari è emerso che ben quattro soggetti hanno omesso di comunicare di essere sottoposti a misura cautelare degli arresti domiciliari. Inoltre sei donne hanno richiesto e ottenuto il beneficio, per conto dei propri coniugi, pur essendo anche quest’ultimi sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari. L’importo complessivo riscosso indebitamente, tra gennaio 2021 e il mese di giugno di quest’anno, come detto è di oltre 78 mila euro. L’Inps ha revocato immediatamente il beneficio e avviato le necessarie procedure di restituzione di quanto illecitamente percepito.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percepivano il reddito di cittadinanza ma erano agli arresti domiciliari: 10 denunce

CataniaToday è in caricamento