Coppia di ladri prendeva di mira le barche a vela del porto

Grazie alle telecamere di un circolo velico, è stato possibile individuare i due mentre erano intenti a scavalcare la recinzione

Una serie di furti messi a segno nei mesi scorsi presso il porto di Catania, ai danni di alcuni esercizi commerciali e circoli velici. Sono stati denunciati dalla polizia di frontiera, dopo le dovute indagini, due pregiudicati: uno di nazionalità italiana e l’altro straniero, di 37 e 35 anni. I ladri hanno utilizzato in entrambe le occasioni lo stesso modus operandi, servendosi, in alcuni casi, della stessa auto. Grazie alle telecamere poste all’interno di un circolo velico preso di mira, è stato possibile individuare i due mentre erano intenti a scavalcare la recinzione per rubare qualcosa da uno scafo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento