Tempo di vacanze, tempo di... Furti: le 10 regole per evitare imprevisti

Il mese delle vacanze per eccellenza, agosto, sta per arrivare. E chi può permetterselo probabilmente pensa già a cosa mettere in valigia per affrontare la prossima partenza e rilassarsi dopo mesi e mesi di lavoro. Ma è bene ricordarsi che si tratta del periodo più caldo anche per i ladri, oberati di "lavoro"

Il mese delle vacanze per eccellenza, agosto, sta per arrivare. E chi può permetterselo probabilmente pensa già a cosa mettere in valigia per affrontare la prossima partenza e rilassarsi dopo mesi e mesi di lavoro. Ma è bene ricordarsi che si tratta del periodo più caldo anche per i ladri, oberati di "lavoro" ai danni di chi spera di poter passare in tranquillità qualche giorno fuori città. Per prevenire spiacevoli imprevisti il comando centrale della Polizia di Stato ha elaborato delle semplici linee guida per consentire ai cittadini di difendersi al meglio dai malintenzionati quando si è assenti per brevi o lunghi periodi. Ed ecco un prezioso decalogo:

1)Se si abita al piano terra o in una casa singola, la sicurezza oggi è possibile anche per le finestre, adottando vetri antisfondamento. In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché abbiano una robustezza che scoraggi i malviventi. Lo spazio tra le sbarre non deve superare i 12 centimetri.

2)Se l’interruttore della luce è all’esterno, bisogna proteggerlo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente. Assicurarsi, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.

3)Se si dispone di apertura a distanza e qualcuno suona, è meglio non aprire senza essere certi dell’identità di chi vuole entrare. In genere è meglio non far sapere quante persone vivono in casa.

4)Non è opportuno far sapere, al di fuori dell’ambiente familiare e degli strettissimi amici, se in casa ci siano oggetti di valore o casseforti o la centralina dell’allarme.

5)E’ meglio non tenere grosse somme di danaro, molti gioielli o oggetti di valore. Vanno depositati in luoghi sicuri.  Si consideri che i primi posti esaminati dai ladri sono: gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti, i tappeti.  E’ utile fotografare tutte le cose di valore che si ritenga possano essere oggetto di furto.

6)I messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno.

7)Se tornando a casa si trova la porta aperta o chiusa dall’interno, non bisogna entrare. Dentro l’appartamento potrebbe esserci il ladro...In questi caso è opportuno che entri per prima la Polizia.

8) Le segreterie telefoniche possono essere un aiuto nella prevenzione, ma non vanno lasciati messaggi che informino sulle assenze da casa.

9)I vicini possono essere sensibilizzati affinché sia reciproca l’attenzione ai rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento che si sa essere vuoto.

10)Si eviti l’accumularsi di posta nella cassetta delle lettere. E’ opportuno avvertire dell’ assenza una persona di fiducia e lasciare il recapito dove, in caso di bisogno, è possibile essere rintracciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento