Arrestati 4 rom specializzati in furti di rame a Sant’Agata Li Battiati

I Carabinieri di Sant’Agata Li Battiati hanno arrestato 4 romeni senza fissa dimora specializzati in furti di rame, sempre più frequenti nella zona nell'ultimo periodo

I Carabinieri di Sant’Agata Li Battiati hanno arrestato 4 romeni senza fissa dimora specializzati in furti di rame, sempre più frequenti nella zona nell'ultimo periodo. In perfetta simbiosi, l’uomo e le tre donne, dotati di attrezzi adatti al loro scopo, erano riusciti a sfilare del cavo elettrico della pubblica illuminazione di Via Turi Ferro, accumulandone ben 30 matasse del peso di circa 1.000 chili. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’ente preposto mentre gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa di giudizio per direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento