menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto di autovetture con cavallo di ritorno, 2 arresti a Misterbianco

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato i catanesi M.V. di anni 25 e N.S. di anni 36, per tentata estorsione in concorso e ricettazione. Riavere indietro un'auto rubata costava 750 euro

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato i catanesi M.V. di anni 25 e N.S. di anni 36, per tentata estorsione in concorso e ricettazione. Già a partire dai primi del mese di luglio, i militari avevano registrato una serie di furti di autovetture e successivi rinvenimenti delle stesse a distanza di pochi giorni. Incrociando le informazioni emergenti dai dati investigativi in loro possesso, sono riusciti ad individuare e pedinare due sospettati e la svolta è avvenuta nella tarda mattinata di ieri quando i due, dopo essersi incontrati, hanno effettuato una telefonata da una cabina pubblica e, subito dopo, si sono spostati all’esterno di un noto bar della zona mostrandosi chiaramente in attesa di qualcuno.

Infatti, dopo circa venti minuti, sono stati raggiunti da una giovane coppia e tutti assieme si sono spostati all’interno del locale. È stato questo il momento risolutivo dell’indagine perché un carabiniere in borghese, fingendosi avventore, con grande tempismo, si è affiancato alle due coppie ed ha ascoltato il loro dialogo percependo che i giovani giunti all’appuntamento, avevano subito il furto della propria auto.

Non appena è stata avanzata la richiesta di denaro pari a 750,00 euro, i carabinieri hanno bloccato i presunti estorsori conducendoli presso gli uffici della Tenenza per ulteriori approfondimenti. Le vittime, sorprese dall’intervento, hanno dovuto denunciare l’accaduto spiegando che dopo il furto della loro auto erano stati contatti dai due soggetti fermati ma che, sebbene si fossero incontrati con i due, non avrebbero pagato nulla per la restituzione dell’auto. Le indagini successive, protrattesi fino a tarda sera, hanno permesso di rinvenire e restituire alla giovane coppia l’utilitaria loro asportata. I due malviventi, al termine degli approfondimenti espletati sotto la direzione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Catania, sono stati arrestati e trasferiti presso il carcere di Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento