rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Borgo Ognina

Svuota la cassaforte dell'anziana dove lavora: indagata domestica 41enne

La donna di origine mauriziana, dopo aver sottratto 7 mila euro dai risparmi della signora, ha fatto perdere le proprie tracce inscenando la morte della figlia: adesso rischia anche il ritiro del permesso di soggiorno

I poliziotti del commissariato “Borgo Ognina” hanno fermato una donna di 41 anni di nazionalità mauriziana, ritenuta responsabile di aver rubato una consistente somma di denaro dalla cassetta di sicurezza di un’anziana signora che l’aveva assunta come domestica, dove custodiva i propri risparmi. A far scattare le indagini è stata la denuncia della vittima, la quale dopo aver notato che dalla cassetta di sicurezza era sparita la somma di 7 mila euro, si è recata alla polizia per sporgere querela. In sede di denuncia l’anziana signora ha riferito che il giorno dopo aver costatato il furto, la domestica che lavorava presso la sua abitazione, l’ha chiamata per comunicarle che non avrebbe più potuto prestare la sua attività lavorativa, in quanto costretta a rientrare d’urgenza nel suo paese d’origine per l’improvvisa morte della giovane figlia. Una volta raccolti tutti gli elementi utili per l’indagine, i poliziotti si sono messi immediatamente sulle tracce della donna, accertando che questa, in realtà, non era mai partita per il suo paese, trovandosi ancora in città. Una volta rintracciata è stata condotta presso il Commissariato e, messa alle strette, ha ammesso di aver sottratto la somma di denaro e di aver inscenato la morte della figlia per far perdere le proprie tracce. A quel punto è stata indagata per il reato di furto in appartamento e segnalata all’ufficio immigrazione per il ritiro del permesso di soggiorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svuota la cassaforte dell'anziana dove lavora: indagata domestica 41enne

CataniaToday è in caricamento