Beccato a rubare in un'officina di via Zia Lisa: arrestato

Si tratta di Alessandro Grasso, di 30 anni. Aveva già trafugato la somma di 3mila euro e con sé aveva un coltello di 35 centimetri

Nella serata di ieri la polizia ha arrestato il pregiudicato Alessandro Grasso, di 30 anni, per il reato di furto aggravato e denunciato in stato di libertà per il reato di possesso di oggetti atti ad offendere. Nello specifico gli agenti delle volanti, a seguito di segnalazione giunta da parte di un istituto di vigilanza privata, sono intervenuti all’interno dei locali di un’officina meccanica in via Zia Lisa 253, ove le telecamere interne avevano individuato un uomo, travisato, che stava trafugando oggetti dall’interno di un furgone.


Grazie al tempestivo intervento delle volanti l'uomo è stato prontamente bloccato ed identificato. Grasso aveva rubato già la somma di 3mila euro e aveva con sé un coltello della lunghezza di 35 centimetri. Così è stato arrestato per furto aggravato. Su disposizione del pubblico ministero di turno, dopo l’adempimento delle formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento