I carabinieri recuperano 50 chili di olive rubate a Motta

La refurtiva, circa 50 chili di olive, è stata restituita al legittimo produttore

foto archivio
I carabinieri hanno arrestato un 30enne di Catania, ritenuto responsabile di furto aggravato. Sempre più incisiva l’azione di contrasto dei militari al fenomeno dei furti delle diverse colture esistenti in tutta la provincia etnea. Come dimostrato la scorsa notte all’interno di un fondo agricolo di via Messina,a Motta, destinato alla coltivazione di olive, all’interno del quale i carabinieri, accorgendosi della rete di recinzione divelta, hanno sorpreso il ladro mentre era intento a rubare il prezioso frutto. La refurtiva, circa 50 chili di olive, è stata restituita al legittimo produttore.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento