menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Garibaldi, Codacons presenta denuncia per "tortura ai pazienti"

Il Codacons denuncia ospedale, Asp e Regione Siciliana "per tortura ai pazienti, violenza privata ed abbandono di persone incapaci"

Il Codacons denuncia ospedale, Asp e Regione Siciliana "per tortura ai pazienti, violenza privata ed abbandono di persone incapaci". Accade a Catania, dove, secondo l'associazione dei consumatori, si aspetta anche 30 ore per una prestazione al pronto soccorso dell'ospedale cittadino.

"Le interminabili attese, anche di 30 ore - si legge in una nota - al pronto soccorso dell'Azienda Ospedaliera Garibaldi, con persone letteralmente stipate nei tre ambulatori disponibili in un clima di crescente esasperazione degli accompagnatori, arrivati anche a chiamare le forze dell'ordine pur di essere considerati, finiscono sul tavolo del Procuratore della Repubblica di Catania. Il Codacons, tramite l'Avv. Carmelo Sardella, Dirigente dell'Ufficio Legale, sulla base delle diverse testimonianze dei cittadini, presenta un esposto denuncia con la richiesta alla Procura di indagare Azienda Ospedaliera, ASP e Regione Siciliana per i reati di tortura, violenza privata e abbandono di persone incapaci, perche' riguardanti cittadini ammalati".

Il Codacons, quindi, chiede l'immediato intervento dell'Assessore regionale alla Sanita' Siciliana Ruggero Razza e del Ministro Giulia Grillo. "In un clima di forte esasperazione e di grande tensione sociale, questi interminabili ed inaccettabili tempi di attesa al pronto soccorso, ci preoccupano - conclude il Codacons - anche per le possibili ripercussioni sull'ordine pubblico e sull'incolumita' del personale medico e sanitario del pronto soccorso del Garibaldi"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Sicurezza

Fughe delle piastrelle: i prodotti da utilizzare

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento