Gelso Bianco, da un edificio confiscato nasce centro polifunzionale per immigrati regolari

Trasferito nel patrimonio indisponibile della Provincia, diventerà a breve Centro Polifunzionale per immigrati regolari, tramite il finanziamento del Ministero dell'Interno. Punto di riferimento per il cittadini stranieri che potranno giovarsi di una serie di servizi mirati

Un edificio confiscato alla criminalità organizzata, trasferito nel patrimonio indisponibile della Provincia, diventerà a breve Centro Polifunzionale per immigrati regolari, tramite il finanziamento del Ministero dell’Interno.

A dare l’avvio alle attività il commissario straordinario della Provincia, Paola Gargano, che inaugurerà l’apertura dell’immobile ristrutturato, lunedì 29 giugno, alle ore 10,30 (stradale Gelso Bianco, 18- Catania), alla presenza di autorità, e dei funzionari dello Sportello immigrati dell’Ente che hanno realizzato il progetto.

Il Centro “Gelso Bianco” vuole essere un punto di riferimento per il cittadini stranieri che potranno giovarsi di una serie di servizi mirati all’integrazione e all’inserimento sociale: laboratorio linguistico, musicale, informatico, per la formazione professionale.

COME RAGGIUNGERE IL CENTRO POLIFUNZIONALE. Dal Centro Commerciale Porte di Catania alla 2° rotatoria andare dritto per imboccare la Strada Statale 192 (la vecchia Catania Gela). Percorrerla per circa 2 Km, girare a sinistra all’altezza del Cartello Provincia Regionale di Catania – (punto di riferimento Ditta Buffardeci). In fondo alla strada c’è il Centro Polifunzionale Gelso Bianco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento