Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Gestivano bazar abusivo di ricambi usati: padre e figlio denunciati per ricettazione

Gli oggetti erano sistemati in box e scaffali e suddivisi per tipologia e modello, pronti per essere venduti

Nel pomeriggio del 28 maggio personale delle Volanti, a seguito di controllo presso l’abitazione di un uomo, residente a Librino, sottoposto agli arresti domiciliari, ha scoperto che lo stesso, unitamente al padre con lui convivente, aveva organizzato all’interno del suo cortile un vero e proprio negozio abusivo di pezzi di ricambio per motocicli, di probabile provenienza furtiva.

Gli oggetti erano sistemati in box e scaffali e suddivisi per tipologia e modello, pronti per essere venduti. I due avevano anche approntato un ponte per il sollevamento dei motocicli e un banco con relativa parete attrezzata per lo smontaggio dei mezzi. Sempre all’interno della suddetta area, sono stati rinvenuti telai di motocicli oggetto di furto e alcuni mezzi, in parte già smontati, nonché numerosi scatoloni contenenti articoli casalinghi e giocattoli. I due individui, che non sapevano dare alcuna giustificazione circa la provenienza di quanto rinvenuto dagli operatori e quindi, sono stati denunciati per i reati di ricettazione e riciclaggio, nonché per il reato di detenzione di munizionamento, visto che, all’interno di una busta di plastica occultata sotto un bancone, sono state rinvenute sette cartucce calibro 12. Dopo i rilievi effettuati dal personale della polizia Scientifica e informato il magistrato di turno, i poliziotti hanno sequestrato l’intera area e tutti gli oggetti rinvenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestivano bazar abusivo di ricambi usati: padre e figlio denunciati per ricettazione

CataniaToday è in caricamento