Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Il cantante neomelodico Gianni Vezzosi assolto dalle accuse di lesioni e atti persecutori

Secondo l'accusa, Vezzosi avrebbe fatto aggredire, per motivi personali, un amico della sua ex convivente. Indagini di carabinieri del comando provinciale erano state avviate dopo la denuncia della vittima, che ha riportato lesioni al torace e al viso

Il cantante neomelodico Gianni Vezzosi è stato assolto con formula piena nel processo che lo vedeva accusato di lesioni e atti persecutori. La sentenza è stata emessa nel pomeriggio dal giudice monocratico del Tribunale di Catania.

Per l'imputato il sostituto procuratore della Repubblica Agata Consoli aveva chiesto una condanna a 2 anni e 4 mesi per l'imputazione di lesioni e l'assoluzione per il reato di atti persecutori.

Secondo l'accusa, Vezzosi avrebbe fatto aggredire, per motivi personali, un amico della sua ex convivente. Indagini di carabinieri del comando provinciale erano state avviate dopo la denuncia della vittima, che ha riportato lesioni al torace e al viso ed è stato ricoverato nell'ospedale Vittorio Emanuele con la prognosi riservata. Il cantante si è sempre proclamato innocente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantante neomelodico Gianni Vezzosi assolto dalle accuse di lesioni e atti persecutori

CataniaToday è in caricamento