Giarre: 37 discariche di materiale nocivo, è emergenza

L'Uta, Ufficio di Tutela Ambientale, ha consegnato all'Assessore all'Ecologia una corposa documentazione fotografica nella quale si attesta la presenza di 37 discariche, molte delle quali con rifiuti pericolosi

Giarre: discarica lavatrici

L’Uta, Ufficio di Tutela Ambientale, ha consegnato all’Assessore all’Ecologia, Salvo Camarda, una corposa documentazione fotografica nella quale si attesta la presenza di  37 discariche, molte delle quali con rifiuti pericolosi, disseminati su tutto il territorio comunale giarrese.

Una vera e propria emergenza che induce l’amministrazione comunale a trovare delle rapide soluzioni. Dalla ricognizione effettuata dall’Uta, numerose discariche sono concentrate nelle frazioni collinari a S.Giovanni Montebello. Particolarmente pesante è il quadro che si evidenzia sopra l’abitato di Macchia, con una decina di micro discariche con all’interno lastre di eternit, materiale ferroso, vari profilati, batterie esauste, elettrodomestici in disuso. Completamente invasa dai rifiuti, al punto da non renderla percorribile, è la via Trifoglietto. Analogo quadro in via delle Acacie e Strada 4 sempre a Macchia.

Altre pericolose discariche sono state segnalate nelle frazioni di S.Maria la Strada in via Pinturo;  a Miscarello, nei pressi della piazza e lungo la via Madonna del Rosario  con la presenza di almeno quattro micro discariche costituite da rifiuti ingombranti misti a rifiuti vegetali, potature e detriti edili;  nella frazione di Trepunti, in via S.Matteo, oltre ai rifiuti pesanti è stata abbandonata una vasca in eternit;  nella frazione di S.Leonardello vi sono ben due discariche di copertoni. Nella frazione di Altarello micro discariche di materiale ferroso e componenti di auto.

Dalle rilevazioni dell’Uta è stato di emergenza discariche anche nella aree a ridosso del centro della città: prolungamento di via Carolina, via Michele Amari, adiacenze liceo Classico,  via Lisi-Strada 49,  viale Federico di Svevia, nei pressi della villetta, via Settembrini via Dante, corso Lombardia, via degli Abruzzi.

L’Assessore all’Ecologia, Salvo Camarda, ribadisce la necessità di operare un intervento urgente di bonifica:  “Per tale ragione – afferma - ho diffidato la società d’ambito Joniambiente ad agire in tempi rapidi, in ossequio a quanto previsto dal capitolato d‘appalto. Diversamente, cosi come operato per la pulizia delle caditoie, interverrà il Comune e le spese saranno detratte dal canone, per i servizi di igiene urbana nel Comune di Giarre, corrisposto all’Ato CT1”.     
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento