Giarre, chiuso negozio che non emetteva scontrini

I militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Riposto, hanno apposto i sigilli ad un esercizio commerciale, ubicato nel centralissimo Corso Italia di Giarre per reiterata mancata emissione di scontrini fiscali

I militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Riposto, hanno apposto i sigilli ad un esercizio commerciale, ubicato nel centralissimo Corso Italia di Giarre,  gestito da un cittadino originario della Repubblica Popolare cinese e operante nel commercio al dettaglio di capi di abbigliamento.

Il provvedimento,  irrogato – Direzione Regionale della Sicilia, che precede la sospensione delle attività commerciali per complessivi cinque giorni lavorativi continuativi, è scaturito dalla incessante attività di controllo economico del territorio operato dalle Fiamme Gialle, che hanno constatato nel tempo la reiterata mancata emissione di scontrini fiscali.

I finanzieri hanno rilevato, infatti, per ben quattro volte la mancata emissione dello scontrino fiscale, in tempi diversi ed in un arco temporale non superiore al quinquennio e, pertanto, aderendo al dettato normativo, hanno attivato la procedura di chiusura dell’esercizio commerciale.

La specifica normativa prevede che nei casi in cui siano state accertate ripetute violazioni dell’obbligo di emissione del documento fiscale sia disposta la chiusura temporanea per un minimo di giorni tre  sino ad un massimo di giorni trenta, in base alla recidività del contribuente.

Numerose risultano le attività commerciali già sottoposte, nell’anno in corso, al provvedimento di chiusura.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento