Giarre: cimitero in cattive condizioni, tombe tra topi e erbacce

Il cimitero di Giarre è in condizioni di grave abbandono e degrado, infestato da ratti e invaso da erbacce. E' quanto denuncia il consigliere comunale Patrizia Lionti che ha presentato un'interrogazione all'Amministrazione comunale

Il cimitero di Giarre è in condizioni di grave abbandono e degrado, infestato da ratti e invaso da erbacce . E’ quanto denuncia il consigliere comunale Patrizia Lionti (Alleanza per Giarre) che sulla questione ha presentato un’interrogazione all’Amministrazione comunale.
 
“Il cimitero di Giarre versa in disdicevoli e indecorose condizioni, segnalatemi da numerosi cittadini, e che io stessa ho verificato effettuandovi un sopralluogo. Le erbacce hanno completamente invaso i percorsi per raggiungere le tombe e le cappelle e, in alcuni casi, hanno addirittura coperto il marmo delle lapidi. In mezzo a questa folta vegetazione spontanea hanno trovato alloggio ratti che sappiamo bene essere portatori di ogni sorta di infezioni”
.
 
"Chiedo pertanto all’Amministrazione comunale – continua il consigliere Lionti - un immediato intervento che ponga rimedio a questa inaccettabile situazione. Ciò che più mi preoccupa è, innanzitutto, la sicurezza dei cittadini che vi si recano, spesso anziani, che rischiano di cadere, inciampando tra le sterpaglie o districandosi in poco agevoli slalom per raggiungere il proprio congiunto defunto, oltre ad essere esposti ai rischi del contatto con i roditori di cui sopra. Ritengo, poi, che non sia per nulla di conforto all’inevitabile dolore che accompagna questi luoghi lo stato di abbandono e degrado nel quale ci si imbatte recandosi a trovare le spoglie dei propri cari”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento