rotate-mobile
Cronaca

Giarre, ok ai pagamenti elettronici per la pubblica amministrazione

In questo modo si mette in linea con l'obbligo, fissato dalle normative europee e nazionali in materia, di accettare i pagamenti elettronici e si avvarrà della piattaforma "Nodo dei Pagamenti SPC", realizzata da AgID per gestire le transazioni economiche

Il Comune di Giarre ha formalmente avviato la riforma in senso digitale del sistema dei pagamenti con l'adesione al circuito "PagoPa" dell'Agenzia per l'Italia Digitale. In questo modo si mette in linea con l'obbligo, fissato dalle normative europee e nazionali in materia, di accettare i pagamenti elettronici e si avvarrà della piattaforma "Nodo dei Pagamenti SPC", realizzata da AgID per gestire le transazioni tra tutti i soggetti parte attiva delle transazioni (enti creditori, circuito bancario, cittadini).

Il sindaco Roberto Bonaccorsi ha individuato un responsabile del processo, scelto tra i funzionari del comune, che si occuperà entro breve tempo di predisporre un piano di adeguamento dell'ente con la programmazione delle attività di implementazione delle funzioni di pagamento elettronico.

"Dando corso alle indicazioni di legge in materia, vogliamo semplificare la vita di cittadini e fornitori - ha commentato il primo cittadino - modernizzando gli strumenti di pagamento seguendo le linee guida dell'Agenzia per l'Italia Digitale. Questo ci consentirà di migliorare la gestione interna all'ente della contabilità e di mettere Giarre al passo con le normative europee e nazionali sulla crescita digitale". L'AgID, sottoposta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è l'ente incaricato della diffusione della cultura digitale e dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, seguendo in particolare l'evoluzione digitale della pubblica amministrazione e l'attuazione dell'Agenda digitale italiana ed europea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giarre, ok ai pagamenti elettronici per la pubblica amministrazione

CataniaToday è in caricamento